CHI ha la CAPACITÀ di COMPRIMERE
TUTTA L'ENERGIA in MATERIA...
TU... sai come si CHIAMA?

"Se fosse possibile convertire per intero la massa in energia, i problemi energetici che oggi fanno tanto preoccupare sarebbero senza alcun dubbio risolti. Basti pensare che un solo grammo di materia equivale a 90.000 miliardi di joule (9×1013 J = 90.000.000 MJ = 90.000 GJ = 90 TJ). Poiché 1 kWh = 3,6×106 J = 3.600.000 J, un grammo di materia equivale a 25.000.000 kWh (= 25.000 MWh = 25 GWh)".
"La conversione di un chilogrammo di massa (equivalente a 90 000 TJ, ossia a 25 miliardi di kWh = 25.000.000 MWh = 25.000 GWh = 25 TWh) coprirebbe, in pratica, il consumo mensile di energia elettrica in Italia, che nel 2004 è stato in media di 24.490 GWh". - Da Wikipedia
Per i detrattori della creazione, queste informazioni sono un 'macigno' intellettuale da portare. Chissà se la loro capacità di associazione lavora in questo caso! (Riv. 4:11)

Scienze-naturali-780

In questo XXI sec., l'umano, con la sua sofisticata tecnologia, ha appena iniziato a conoscere, dal micro al macro, "il sussurro delle vie di Dio". Come risultato, progetta e produce "giocattoli", sia per il benessere, sia per la distruzione di massa dell'umanità, o, come profetizzato: "inventori di cose dannose" [Rom. 1:30]. E nel far questo, si fregiano di titoli altisonanti: scienziati, dotti, eruditi e luninari!
D'altra parte, in modo miope, non "vedono" che dovrebbero onorare Colui che ha originato quelle "leggi", che gli permettono di far funzionare i propri "giocattoli". Sì!  Molti di loro "si sono rifiutati di adorarlo e di ringraziarlo come Dio". [Rom. 1:20]
Di conseguenza una mente sana, fà proprie le parole del giurista Saulo di Tarso, il quale esclama: "Infatti fin da quando Dio ha creato il mondo, gli uomini con la loro intelligenza possono vedere nelle cose che Egli ha fatto le sue qualità invisibili, ossia la sua eterna potenza e la sua natura divina", quindi non "hanno nessuna scusa" [Rom. 1:20 - TILC], o "sono inescusabili" [TNM].

Se questi non si rendono conto della grave malattia che li ha colpiti - la distrofia morale e intellettuale - che li priva della capacità di fare una corretta valutazione fra immanente e trascendente, e se non seguono le indicazioni terapeutiche descritte in Riv. 3:15-18  per essere sanati, allora prossimamente questi sono destinati a "morire nel loro errore" [Ez. 3:18]

origine-univ.-240
Origine Universo

Origine Universo

origine-vita-240
Origine della Vita

Origine della Vita

dibattivo-ev-creaz.-240
Dibattito Ev.-Creazione

Dibattito Ev.-Creazione