AZZURRA7 EDITRICE: Libri che offrono libertà

 

In questo momento abbiamo 81 visitatori online

Sei qui: Home / NEWS & EVENTI / TEOLOGIA & FILOLOGIA / Articoli a DX verticali home page1 / Pierangelo Calvirani: le sue opere "aprono gli occhi ai ciechi". Non offrono illusioni o menzogne ma una vera speranza!

Logo Moltimedia 450

 



Logo Offerte1 450

Pierangelo Calvirani: le sue opere "aprono gli occhi ai ciechi". Non offrono illusioni o menzogne ma una vera speranza!

Perangelo Calv.250L'Autore Pierangelo Calvirani,
con queste sette opere,
si è prefisso un nobile scopo!

Circa tremila anni fa il re ebreo Salomone espresse sotto ispirazione divina un importante principio di verità: “Non si finisce mai di scrivere libri, ma il troppo studio esaurisce le forze”. (Qoelet 12:12, TILC) Un’altra versione traduce: “Al fare molti libri non c’è fine, e la molta dedizione [ad essi] è faticosa per la carne”. (Ecclesiaste 12:12, TNM) Oggi si stampano centinaia di milioni di libri, tuttavia molti di essi non valgono nemmeno il costo della semplice carta di cui sono fatti.

In mezzo alla miriade di libri oggi esistenti, spiccano le sette opere di Pierangelo Calvirani che, rispetto agli altri libri, hanno un particolare e speciale pregio: aiutano a non diventare 'vittime del proprio errore' o, come traduce un'altra versione, a non essere una persona che "morirà nel suo errore". (Ezechiele 3:18, TNM) Questo amorevole avvertimento è rivolto sia all'uomo fisico, (che non cerca Dio), che all’uomo spirituale. (1 Corinti 2:14, 15)

SEI DISPOSTO DI GUARDARTI ALLO SPECCHIO?

  Oggi possiamo facilmente diventare vittime del cosiddetto pensiero debole che viene manifestato della maggioranza dell'umanità: "mangiamo e poi beviamo che poi domani morremo". Questo li porta a pensare che sia sufficiente vivere secondodavanti-allo-specchio-150 il proprio modo di pensare o il “proprio intendimento”. (Proverbi 3:5, TNM)
Molti pensano che
 non sia necessario fare diversamente, ma sbagliano completamente.
  In particolare, l'
uomo fisico che pensa di essere semplicemente "un sacchetto ristutturato delle melma di uno stagno" (questo è quello che dicono di voi gli evoluzionisti),  sarà aiutato a guarire dalla sua "distrofia morale ed intellettuale" che inibisce le sue facoltà di ragionare, privandolo così della corretta valutazione dei fenomeni immanenti e trascendenti. A voi persone fisiche, le informazioni di questi sette libri, sono in grado di 'aprire gli occhi' della mente alla comprensione dello scopo della sua presenza sulla terra, e alla vera speranza oggi offerta, se lo vogliono!

E TU UOMO SPIRITUALE...!

  Mentre l'uomo spirituale, come fà a dire che le centinaia di orientamenti religiosi esistenti sulla terra, hanno portato a un miglioramento morale e a un modo di vivere imperniato "sull'eterno progetto" che Dio ha per il genere umano! Queste 7 opere sono un caloroso invito a mettersi in
discussione affinché possiate esser certi che il proprio pensiero sia in sintonia con quello del loro Creatore. Altrimenti non ci resta che sentirci dire da Dio stesso: "Conosco le tue opere, [il tuo stile di vita religioso] che hai nome d’esser vivo, ma sei morto". [Riv. 3:1, TNM]

IL NS. CALOROSO INVITO...!

  Quindi, sia che siate delle persone fisiche oppure delle persone spirituali, non potete evitare di trovarvi nell’”errore” se non seguite il corretto modello di pensiero di una classe di persone intellettuali che furono lodate per questa loro caratteristica: “poiché ricevettero la parola [alcune informazioni] con la massima premura di mente, esaminando attentamente le Scritture ogni giorno per vedere se queste cose stavano così. — Atti 17:11, TNM.

 
 Le sette opere di
Pierangelo Calvirani
 


Anno 2017


Disponibile per fine Gennaio 2017

In diverse parti del pianeta un'incredibile serie di scoperte archeologiche ha portato alla luce reperti fossili tali da scuotere dalle fondamenta l'ipotesi evoluzionistica. Di cosa si tratta? Gli scavi archeologici nei vari continenti del mondo hanno fatto riemergere dal passato fossili di indubbia forma umana ma di dimensioni gigantesche.

Ma la scoperta scientifica ancora più straordinaria riguarda l'identità dei padri biologici di questi giganti che la Bibbia chiama Nefilim, un'identità di natura genetica che esclude scientificamente un'origine terrestre. Si tratta di esseri extraterrestri di capacità super umane che non si sono estinti come i loro giganteschi figli, ma sono ancora oggi in vita e pienamente operanti nelle vicinanze della Terra.

La pericolosità di questi angelici extraterrestri è tale che non esistono armi umane per contrastare i loro piani criminali, ma solo l'Onnipotente Creatore è in grado di fermarli. Come e quando saranno fermati definitivamente? Questa singolare opera risponde con una ricca documentazione a tutto questo!

Chi giudichera 400

VEDI SPESSORE e ACQUISTA


Anno 2016

 

Il noto saggista Giulietto Chiesa (ex corrispondente da Mosca per L'Unità e La Stampa, oltre che per il TG5, il TG1 e il Tg3) ha spiegato perché non si può sperare in una ripresa del sistema, non trattandosi di uno dei tanti “cicli di caduta e di crescita”, ma “di un circolo vizioso che ritorna su se stesso”. Si presenta una “complessità superiore alle forze concettuali dei mercati, e, dunque, che non può essere risolto da loro”. Occorrerebbero “forze intellettuali… capaci di lavorare a questo livello di complessità”.  http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/01/03/il-futuro-non-e-nelleconomia/2345747/
    È di questo che l'opera “Il meglio deve ancora venire” vuole parlare ai lettori. Esistono infatti potentissime “forze intellettuali” soprannaturali (Dio e Cristo) che hanno già dato attuazione alla soluzione. L'idea che sia Dio a governare il mondo è stata presentata da Gesù Cristo quando ha indirizzato all'unica speranza concreta per l'umanità: la venuta del Regno di Dio. (Matteo 6:9, 10)

L'autore del libro ha raccolto varie prove per presentare in modo razionale, fuori dai dogmi della religione, la concreta ed imminente speranza cristiana di vivere sotto il governo di Dio.

 

Mentre il mondo 400 

VEDI SPESSORE e ACQUISTA


 

Riuscire ad avere un dialogo rispettoso, aperto e sincero con milioni di credenti cattolici è l'obiettivo del nuovo libro di Pierangelo Calvirani. Il titolo stesso lo rende evidente: Libro aperto alla cristianità - Dialogo con i cattolici sinceri. Oggi il mondo cattolico è popolato da un miliardo e trecento milioni di persone che credono nel Dio della Bibbia e in Gesù Cristo. 
Quante domande possono porsi un miliardo e trecento milioni di persone su Dio? Chi si pone delle domande su Dio non è una persona superficiale, piuttosto manifesta il desiderio di ricevere le risposte che Dio stesso deve dare a coloro che veramente lo amano. Ma questa attitudine fa sorgere una domanda: da che fonte possono venire le risposte corrette: da Dio stesso, oppure dall'uomo?

La speranza e l'augurio dell'autore è che la lettura di questo libro, possa servire a un autentico “rinnovamento spirituale” per milioni di cattolici sinceri, al fine di essere 'perfetti nel loro amore verso Dio' e vincere quella malattia spirituale purtroppo molto diffusa nella cristianità che papa Benededtto XVI ha definito come la “stanchezza del credere”.

 

Libro aperto 400

VEDI SPESSORE e ACQUISTA


Anno 2015

 
Sono millenni che l'uomo si interroga sul mistero della vita e su quello della morte. Ma la morte è un fatto meramente naturale che cancella per sempre l'essere vivente, oppure una porta d'accessso o stargate per l'aldilà, oppure una nuova occasione per il ciclo delle rinascite o che altro ancora? È stata trovata la risposta definitiva? 
Possiamo continuare a illuderci e a spaventarci con le “favole” o dovremmo cercare di conoscere i fatti? Poichè si attiene fedelmente alla realtà dei fatti, quest'opera permette al lettore di compiere un viaggio nel futuro, per centinaia, migliaia e centinaia di migliaia di anni, portandoci a conoscere quale sarà la condizione della vita sulla Terra.
Questa analisi del futuro prossimo venturo ed anche più lontano è compiuta alla luce di un'antica previsione, che ha avuto nella comparsa di un personaggio che ha diviso la storia del mondo Gesù Cristo, ed è la chiave di accesso per vivere sotto una nuova governance o governanza, i cui obiettivi saranno realizzati da una nuova classe dirigente.

Tale nuova governance o nuovo modo di governo, nuova conduzione, gestione e direzione, garantirà le legittime aspirazioni della vita umana su questo pianeta. Tutto il resto è destinato a sparire.

 

Quando gli uomini 400

VEDI SPESSORE e ACQUISTA


Anno 2014


"Non consideratevi dei sacchetti ristrutturati dalla melma di uno stagno
"
Questo è quello che dicono di voi gli evoluzionisti!
Con questa opera il ricercatore Pierangelo Calvirani presenta due scuole di pensiero: da una parte invita il lettore ad esaminare obiettivamente i punti principali della teoria dell’evoluzione che in quest’opera sono presentati in modo consistente. Dall’altra parte presenta un’adeguata informazione di evidenze a favore della creazione divina senza cadere nei dogmi religiosi e pseudo-scientifici del creazionismo e senza mettere in discussione la scienza. È plausibile un’origine soprannaturale dell’universo e soprattutto della vita sulla Terra? Se sì, non si tratta soltanto di una questione di valenza accademica, perché l’argomento ha implicazioni fortemente pratiche.
Infatti, se un Ente Supremo non esistesse, la vostra esistenza non sarebbe diversa da quella degli animali, ma se Dio davvero esiste, come Creatore deve avere senz’altro un obiettivo nell’aver creato l’uomo ed il primo passo per conoscere questo grandioso progetto è quello di esaminare con serenità di giudizio i fatti (che sono ampiamente esposti in questa ricerca) che riguardano la vita e la presenza umana su questo pianeta. Buona lettura quindi.

 

LaTeoria Evoluzione 400

VEDI SPESSORE e ACQUISTA


Anno 2013


Potete fuggire al destino mortale
che incombe su questa casta,
che ubriaca con illusioni e menzogne oltre 1 miliardo di persone
L'Azzurra7editrice crede che il nuovo saggio-romanzo di Calvirani rappresenti uno strumento in più per conoscere gli aspetti più inquietanti della nostra civiltà, la lunga lotta, specialmente nel vecchio mondo europeo, per il controllo della mente di miliardi di esseri umani da almeno duemila anni fino al nostro giorno.
In questa lotta per il potere religioso e politico, è stata implicata ed è tutt'ora implicata una delle più potenti lobbies della storia, il clero della cristianità.
Le pagine della Bibbia e della storia si schiudono e si intrecciano armoniosamente in questa affascinante ricerca dell'anticristo, che potrà anche essere per il lettore una grande e vitale scoperta. In particolare, le rivelazioni o apocalissi di Gesù Cristo, di Paolo di Tarso, di Pietro e di Giovanni contenute in quello che è conosciuto come il Nuovo Testamento, ma più propriamente definito come Scritture Greche Cristiane, assumono una rilevanza storica di grande attualità perché fanno capire quale sarà, alla luce della profezia neotestamentaria, la visione escatologica (o delle cose ultime) che riguardano il destino futuro del clero, della religione nel mondo e dei suoi fedeli.

chi e uomo 400

VEDI SPESSORE e ACQUISTA



Anno 2012

 
"Una speranza incredibile"
Quando, come e chi e in grado di realizzarla?
Gentile e affezionato Lettore, L’AZZURRA7 EDITRICE è lieta di presentarle la sua ultima significativa opera letteraria dal titolo: “Liberazione dalla casa di Lunga durata – La fine della morte”. Qual è l’obiettivo di tale opera? Che cosa vuole l’autore che il pubblico apprenda dalla sua lettura? Sappiamo che molti intellettuali, uomini di scienza e politici stanno attualmente impegnandosi per contribuire al miglioramento dei problemi socio/economici e politici di questa nostra società. Prima di questi, nel passato, molti altri hanno tentato inutilmente di fare la stessa cosa. Anche Niko, personaggio principale di quest’opera, che stiamo presentando al pubblico, è stato  trascinato ad abbracciare delle ideologie nichiliste nella speranza di poter cambiare il sistema.
     Il libro Liberazione presenta la storia di un giovane, Niko, che fu adolescente e fortemente politicizzato nel travagliato periodo storico degli “anni di piombo”. Le sue aspirazioni giovanili, le sue passioni e le sue delusioni sono vissute nel racconto come un percorso per giungere ad una crescita e maturazione ideologica in una società che mai come oggi continua a disorientare giovani e adulti circa il senso della vita. C'è da identificare innanzi tutto qual è la più spietata prigione che da millenni tiene in schiavitù il genere umano, e come riuscire a liberarsene in vista di un mondo senza sofferenza, affrancato dall'odore della morte. Se la politica ha rivelato tutti i suoi limiti e le religioni e le filosofie nel loro insieme hanno fallito il loro mandato, la ricerca può e deve proseguire in un'altra direzione, molto più concreta di ciò che queste ultime hanno sempre proposto. Può essere Dio la meta finale dell'uomo? Ma cosa si deve intendere con il termine “Dio”?
Nel suo libro Il sogno dell’unità dell’universo, il noto fisico Steven Weinberg, premio Nobel per i suoi studi sulle forze fondamentali, ha osservato: “Alcuni hanno un’idea di Dio talmente amplia e flessibile che per loro è inevitabile trovarlo ovunque lo cerchino. Così, sentiamo dire che “Dio è l’essere ultimo”, o “Dio è la nostra natura migliore”, o “Dio è l’universo”; e naturalmente alla parola “Dio”, come a qualsiasi altra, possiamo dare il significato che preferiamo … Qualche volta gli scienziati, e anche i non scienziati, usano il termine ‘Dio’ per indicare un essere così astratto e lontano da ogni impegno pratico che non lo possiamo più distinguere dalle leggi naturali”. Quindi Weinberg ha aggiunto: “Io penso, ragionando in questo spirito, che se la parola ‘Dio’ deve essere di qualche utilità va intesa come nome di un essere interessato, un creatore e legislatore che non ha solo fatto l’universo e stabilito le leggi naturali ma ha anche fissato i criteri del bene e del male, una persona che si preoccupa per le nostre azioni — in breve, un’entità che abbia senso adorare. È questo il Dio che, in tutte le epoche storiche, ha avuto importanza per gli uomini e le donne”. — Op. cit., trad. di G. Rigamonti, Mondadori, Milano, 1993, pp. 251, 252.

   Se l'uomo non avesse paura della morte, sentirebbe ugualmente il bisogno di Dio nella sua vita? È la morte ad aver creato nell'uomo la figura di Dio? Il prof. Umberto Eco ha osservato: “Quando la morte non viene considerata un mezzo per ottenere qualcos'altro [come ad esempio il prezzo di un riscatto] bensì un valore in sé, allora abbiamo il germe del  fascismo e dovremmo chiamare fascismo ciò che si fa agente di questa promozione”. (Sette anni di desiderio,  La voglia di morte, Bompiani, Milano, 1985, p. 123) Potrà sorprendere il lettore apprendere che la cultura biblica non glorifica affatto la morte, come fa invece quella ellenistica che è stata assorbita dalla cristianità, ma ne annuncia da millenni la prossima fine. Questo è in contrasto con la cultura della morte che invece prevale nel mondo, una cultura alimentata dai media che spingono le masse ad afferrare più cose materiali possibili finché si è in vita, perché poi c'è la morte.

In merito a questo, il celebre sociologo Zygmunt Bauman, teorico della post-modernità, ha affermato:  “È tutta colpa dei media. Sono loro i grandi burattinai. Sono loro che per trarre profitto non esitano a portare in vetrina personalità discusse e negative, dandone un'immagine di credibilità, trasformandoli in idoli”. Il risultato dice “È una società liquida, [dove] non c’è più un progetto di vita”. (Dall'intervista su Panorama del 23/08/2007, il grassetto è aggiunto) Questa cultura della morte in odore di morte, dominata dall'avidità più sfrenata, si manifesta con l'espandersi dell'inquinamento, delle malattie, delle guerre, del terrorismo, della violenza e la proliferazione delle armi convenzionali e di distruzione di massa. Oggi la difficoltà non consiste soltanto nel fare una corretta diagnosi delle reali condizioni del mondo, ma consiste soprattutto nel dare il giusto indirizzo nella ricerca dei veri valori e nel trovare la vera alternativa alla dominante cultura della morte. È questo lo scopo del libro “Liberazione”.

    Escludendo gli opposti estremismi dell'evoluzionismo e del creazionismo, cos'ha da dire la scienza, in merito a Dio e alla cultura biblica? Lo scienziato Allan Sandage ha osservato: “Non mi rivolgo a un libro di biologia per imparare a vivere”. La più grande scoperta del nostro tempo è la scoperta di un concetto nuovo di Dio, liberato dalle catene della falsa religione e dell'ignoranza. Se cerchiamo un Dio buonista, o per contro alleato con i potenti, oppure indifferente alle vicende umane, una misteriosa ed incomprensibile trascendenza, che voglia mantenerci nell'ignoranza e nel conformismo della Tradizione umana, non lo troveremo mai in questo romanzo/saggio!
   Piuttosto, queste migliaia di informazioni inedite e poco conosciute del libroLiberazione, aiutano il lettore a condividere l'osservazione fatta duemila anni fa da uno scrittore intelligente che ha conosciuto e assimilato la cultura della vita, quando scrive che è stata data a molti “la capacità intellettuale di acquistare conoscenza del Vero” (1 Giovanni, Efeso, 98 e.v., TNM, Rbi8-I, p. 1469), sempre che la nostra mente e cuore lo vogliano. Proficua ricerca!

La casa di lunga 400

VEDI SPESSORE e ACQUISTA

 

Sito Origini LA VERA SCIENZA contro LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE

Blog-Giovanni-dAuganno MA DOVE STIAMO ANDANDO? - Ciò che dice la Bibbia!

Paideia PAIDEIA editrice

E.scientifica EVOLUZIONE scientifica

-

XPer offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie policy

Contattaci

Contattaci  per qualsiasi tua richiesta editoriale.

Ti risponderemo il prima possibile!

Collabora con noi             Registrati

Note legali                        Privacy

Cookie policy

Pagine visitate questa settimana

Totale pagine visitate in questa settimana3638

Il tuo carrello

 x 
Carrello vuoto