AZZURRA7 EDITRICE: Libri che offrono libertà

 

In questo momento abbiamo 54 visitatori online

Sei qui: Home
Dolori parto1914 2014





1914 ÷ 2014

100 ANNI DI STORIA CHE PRECEDONO IL GRANDE CAMBIAMENTO

 

LE GRANDI PROVE CHE TUTTA L’UMANITÀ
DOVRÀ ancora AFFRONTARE

 


"Non sfugga alla vostra attenzione questo solo fatto, diletti..."
[2 Pietro 3:8]

dolori-di-parto-620

Art.-1-1-299

A lato: nuovi strumenti di morte introdotti con la prima guerra mondiale (1914÷1918): la mitragliatrice e l’avvelenamento chimico.

I n travedendo la catastrofe c he incombe sul mondo, nel 2006 il famoso astrofisico Stephen Hawking halanciato su Internet questa domanda: “In un mondo che vive nel caos politico, sociale e ambientale, come potrà la razza umana sopravvivere nei prossimi 100 anni?” Un mese dopo ha ammesso: “Non conosco la risposta. È per questo che ho fatto la domanda, per indurre le persone a rifletterci e per sensibilizzarle ai pericoli che esistono oggi”.
(The Guardian, Gran Bretagna) Un articolo pubblicato dalla rivista New Statesman ha affermato: “Non abbiamo eliminato la povertà né portato la pace nel mondo".
Sembra invece che abbiamo conseguito l’esatto contrario. Non è che non ci abbiamo provato. Abbiamo provato di tutto: dal comunismo al libero mercato, dalla Società delle Nazioni al deterrente nucleare. Abbiamo combattuto troppe ‘guerre per porre fine alla guerra’ per credere di poterci riuscire”. Gli esperti si sono resi conto che ci attendono situazioni sempre più gravi.

CIÒ CHE YeHoWaH HA RIVELATO AI SUOI SERVITORI (AMOS 3:7)

Da molto tempo Dio è consapevole dell’assoluta incapacità umana di risolvere i gravi problemi presenti nel mondo e di conseguenza ha stabilito di terminare questa società falsa, corrotta e materialista. Probabilmente una simile dichiarazione potrà turbare o perfino irritare alcuni, ma la loro reazione negativa a ciò che Dio ha preannunciato circa il giudizio prossimo venturo non significa che loro abbiano ragione e che l’Onnipotente abbia torto. Prevedendo questa reazione tipicamente errata dell’uomo, Dio ha fatto scrivere:
Ebbene, Dio, il Signore, non agisce senza aver prima rivelato le sue intenzioni ai suoi servi, i profeti”. — Amos 3:7, TILC.
Riconoscete la grandezza del nostro Dio! Proclamerò il nome del Signore: egli è la Roccia che ci protegge;
quel che egli fa è perfetto, e le sue decisioni sono giuste.
È un Dio fedele e non inganna, sempre giusto e leale. Voi lo avete offeso, non siete più suoi figli, ma solo dei bastardi; gente incostante e sviata. Popolo stupido e insensato, è questo il modo di essere riconoscenti al Signore? Non è lui il padre che vi ha dato la vita, che vi ha creati e resi sicuri?” — Deuteronomio 32:3-6, TILC.
È significativo che Dio definisca coloro che lo giudicano negativamente per i suoi atti di giudizio passati e futuri come “gente incostante e sviata”. Di conseguenza è ora che le persone mentalmente sane prendano atto di questo se vogliono avere un futuro, perché molto presto,TUTTI dovranno affrontare GRANDI PROVE.

Art.-1-2-299

A questo punto qualcuno potrà chiedersi come possiamo sostenere simili gravi affermazioni. Ebbene, pochi sanno che Gesù — il fondatore del cristianesimo — le aveva preannunciate circa 2000 anni fa. In risposta alla precisa domanda fattagli dai suoi discepoli “Quale sarà il segno della tua presenza e del termine del sistema di cose?” (Matteo 24:3, TNM), Gesù rispose:

Badate che nessuno vi svii; perché molti verranno in base al mio nome, dicendo: ‘Io sono il Cristo’, e svieranno molti. Voi udrete di guerre e di notizie di guerre; guardate di non atterrirvi. Poiché queste cose devono avvenire, ma non è ancora la fine.Poiché sorgerà nazione contro nazione e regno contro regno, e ci saranno penuria di viveri e terremoti in un luogo dopo l’altro. Tutte queste cose sono ilprincipio dei dolori di afflizione”. — Matteo 24:4-8, TNM.

Nell’originale greco, la parola ὠδίνων (ôdinôn) resa dalla traduzione TNM “dolori Art.-1-3-199 di afflizione” significa alla Art.-1-5-199 lettera “dolori di parto” o travaglio”. (Matteo 24:8, Kingdom Interlinear Translation) L’uso di questo particolare termine greco fa pensare che, come le doglie di una donna incinta, i problemi del mondo sarebbero aumentati in frequenza, intensità e durata, per culminare nel climax della grande tribolazione predetta da Gesù: Poiché allora ci sarà grande tribolazione come non è accaduta dal principio del mondo fino ad ora, no, né accadrà più”. — Matteo 24:21, TNM.

Art.-1-4-199 Il testo greco di Matteo 24:21 menziona μεγάλη θλῖψις (megalê thlipsis) cioè “grande tribolazione”. La parola greca θλῖψις (thlipsis) significa “oppressione, afflizione, tribolazione, angoscia”. Pertanto, l’intensificarsi dei gravi problemi menzionati da Gesù in Matteo 24:4-8 sarebbe culminato in una crisi mondiale senza precedenti per drammaticità e calamità. È interessante notare che, per quanto riguarda la frequenza, l’intensità e la durata dei vari problemi mondiali, il loro aumento sarebbe stato incontrollato e senza tregua. Questo aspetto è stato riconosciuto dagli storici del XX secolo e del nostro tempo.

Ecco dove tutta l'umanità è ora diretta: ricco, povero, saggio e stipido, tutti la dovranno affrontare! Gesù dice "Infatti, a meno che quei giorni non fossero abbreviati, nessuna carne sarebbe salvata; ma a motivo degli eletti quei giorni saranno abbreviati."


[Leggi da chi e perchè saranno abbreviati]

grande-tribolazione-720

CIÒ CHE GESÙ HA PREDETTO SI È AVVERATO DAL 1914

Art.-1-6-199Nel suo libro Le origini della prima guerra mondiale, lo storico James Joll ha osservato: “Lo scoppio della prima guerra mondiale nel 1914 sembra ancora segnare la fine di un’epoca e l’inizio di una nuova”. (Op. cit., trad. di M. Monicelli, Laterza, Bari, 1999, p. 3) Lo storico danese Peter Munch ha scritto: “Lo scoppio della guerra nel 1914 segna la grande svolta nella storia dell’umanità. ... Siamo entrati in un’era di disastri, orrore e odio, dove l’insicurezza è generalizzata”. Le condizioni critiche predette da Gesù ebbero inizio nel 1914 e si amplificarono col passare dei decenni. Come spiega lo storico Eric Hobsbawm parlando del XX secolo, “si è trattato indubbiamente del secolo più sanguinario che la storia ricordi”. Il Secolo breve, trad. di B. Lotti, BUR, Milano, 2006, p. 25.

Art.-1-7-299Lo storico Barbara Tuchman ha osservato: “La Grande Guerra del 1914-18 è come una striscia di terra bruciata che divide quell’epoca dalla nostra. Annientando così tante vite che sarebbero state attive negli anni successivi, infrangendo certezze, sovvertendo idee e lasciandosi dietro ferite insanabili prodotte dalla delusione, creò una voragine fisica e psicologica fra due epoche”. Ancora Eric Hobsbawm ne conviene: “Dal 1914 nei paesi sviluppati c’è stato un considerevole regresso nelle norme un tempo accettate ... Non è facile comprendere l’entità del ritorno — ahimè sempre più veloce — a norme che i nostri predecessori del XIX secolo non avrebbero esitato a definire barbare”.


Nel suo libro Humanity—A Moral History of the Twentieth Century l’autore Jonathan Glover osserva:
Art.-1-8-299 Una caratteristica del nostro tempo è la scomparsa della legge morale”. Benché il declino della religione nel mondo occidentale lo renda scettico nei confronti di una legge morale imposta dall’esterno, Glover avverte: “Quelli di noi che non credono in una legge morale di natura religiosa hanno ugualmente motivo di ritenere preoccupante il fatto che stia scomparendo”. Nel 2001 il già citato storico Eric Hobsbawm, professore emerito di storia economica e sociale all’Università di Londra, ha scritto che i meccanismi politici dell’umanità “hanno di fronte un’epoca in cui l’impatto dell’intervento umano sulla natura e sul globo è diventato una forza di proporzioni geologiche”.

Art.-1-9-299Secondo Hobsbawm la soluzione, completa o parziale, di questi problemi “richiederà misure per le quali, quasi certamente, non si troverà nessun sostegno contando i voti o valutando le preferenze dei consumatori. Questo non è incoraggiante per le prospettive a lungo termine né della democrazia né del globo”. — Internazionale, n. 377, 16/23 marzo 2001.

È indubbio che viviamo in tempi davvero difficili a livello mondiale, poiché da ogni zona della Terra pervengono continuamente notizie di calamità e disordini sociali. Le attuali condizioni del mondo hanno un significato particolare? Assolutamente sì, perché circa 2.000 anni fa Gesù Cristo predisse che i problemi del mondo avrebbero
raggiunto il culmine critico nel “termine del sistema di cose”. (Matteo 24:3, TNM) Nel greco neotestamentario questa espressione συντελείας τοῦ αἰῶνος (sunteleias tou aiônos) è stata tradotta in modo Art.-1-10-299 fuorviante da altre Bibbie Art.-1-11-299 con l’espressione infelice “fine del mondo”, ma il testo greco non si riferisce affatto alla fine della Terra come molti catastrofisti oggi temono.

Gesù ha descritto invece una serie ben precisa di avvenimenti e atteggiamenti (un cosiddetto segno composito formato da vari elementi o prove, costituito da un tale numero di aspetti diversi che, combinati insieme, lo rendono
Art.-1-12-299 sicuro, inconfondibile rispetto ad altre epoche del passato) che avrebbero contraddistinto un lungo periodo di tempo denominato “termine del sistema di cose” o “ultimi giorni” come li ha definiti il giurista Paolo di Tarso. (2 Timoteo 3:1, greco ἐσχάταις ἡμέραις, eschatais hêmerais) ad evidenziare il fattore squisitamente temporale.

Gesù spiegò ai suoi seguaci che allorquando avrebbero visto “avvenire q ueste cose” la liberazione sarebbe stata imminente. — Luca 21:31.

"
I MALVAGI E GLI IMPOSTORI
ANDRANNO DI MALE IN PEGGIO"
[2 Tim. 3:14] Anche questo si è AVVERATO!

Ritorniamo ai nostri giornii: i disastrosi terremoti, le catastrofiche alluvioni, i rovinosi scompensi climatici, i devastanti uragani, tornado e tempeste, e tutto quello che Gesù ha menzionato in Matteo 24:5-8 sono destinati ad aumentare di intensità, come i dolori di parto. La crisi economica, la mancanza di lavoro, i cambiamenti comportamentali della gente, la crisi nella famiglia, il disagio dei giovani, la scomparsa dei valori morali e quant’altro sono fenomeni sociali destinati a peggiorare. Ad esempio, nel vangelo Gesù ha dichiarato: “Non avete letto [letto nella Bibbia in Genesi] che colui che li creò dal principio li fece maschio e femmina e disse:‘Per questo motivo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie, e i due saranno una sola carne’? Così che non sono più due, ma una sola carne. Perciò, quello che Dio ha aggiogato insieme l’uomo non lo separi ”. — Matteo 19:4-6, TNM.


Omossessuali2
Omossessuali3 La tendenza prevalente invece è all’opposto di quello che ha insegnato Gesù nel vangelo. Oggi molti non hanno alcun rispetto dell’istituzione familiare come la intende Dio e come l’ha ribadita Gesù, vogliono la convivenza, la cosiddetta famiglia allargata, vogliono la famiglia omosessuale con l’opportunità di avere comunque figli, per loro nulla è contro natura.* Costoro vogliono la liberalizzazione della droga, perfino liberalizzare la pedopornografia e la pedofilia. Nel mondo degli adulti imbrogliare è diventata una cosa comune: nelle grandi aziende, nella politica, nello sport, e spesso anche a casa, dove i genitori imbrogliano per quanto riguarda tasse e richieste di risarcimento alle assicurazioni. “Se chi ricopre posizioni di autorità o chi rappresenta un modello di comportamento imbroglia”, dice David Callahan, autore del libro The Cheating Culture (La cultura dell’imbroglio), “penso proprio che questo dia ai giovani il segnale che imbrogliare è giusto”.

Art.-1-14-299
Art.-1-15-299 Gli imbrogli sono dappertutto”, ha osservato David Callahan. Riferendosi agli Stati Uniti, Callahan ha menzionato fra le altre cose “l’abitudine di copiare alle scuole superiori e al college”, “la pirateria” nel campo musicale e cinematografico, “i furti sul posto di lavoro”, “le maxitruffe nella sanità” e l’uso di steroidi nello sport. Callahan conclude dicendo: “A questo aggiungete tutte le varie scorrettezze di tipo etico e giuridico e avrete una crisi morale di proporzioni preoccupanti”. (The Cheating Culture) A sua volta il dott. Daniel Callahan, filosofo americano nel campo dell'etica biomedica e padre di David Callahan, ha fatto questa acuta
osservazione: “Se la moralità individuale si riduce al semplice esercizio del libero arbitrio, senza nessun principio in base al quale esprimere un giudizio morale sulle scelte fatte, allora per colmare il risultante vuoto morale si farà inevitabilmente ricorso alla legge.”

Art.-1-16-299 Quanto paventato da Daniel Callahan s’è rivelato veramente comprovato, perché il crescente vuoto morale che si riscontra in molte nazioni ha costretto i governi a promulgare numerose leggi nel tentativo di arginare la criminalità, ma, come ha notato Callahan, la legge non può sostituire la corretta morale. Poiché la tendenza generale del mondo è verso l’IMMORALITÀ, nessuna legge potrà arginare questo dilagante fenomeno. Tuttavia le persone che hanno una cultura biblica non si sorprendono di tutto ciò, poiché sanno, dalla parola profetica di Dio che “uomini malvagie impostori progrediranno di male in peggio, sviando ed essendo sviati”. (2 Timoteo 3:13, TNM) La Bibbia CEI traduce: “I malvagi e gli impostori andranno sempre di male in peggio, ingannatori e ingannati nello stesso tempo”. La parola greca πονηροὶ (ponêroi, malvagi) è intesa in senso etico e la parola greca γόητες (goêtes, impostori) indica persone dotate della criminale capacità di ingannare e sedurre con menzogne il prossimo. Un’efficace ed appropriata descrizione del tipo di individui che corrompono la nostra società e che occupano notevoli incarichi politici e sociali.

ACCELERAZIONE DELLA "ROVINA DELLA TERRA" [Riv. 11:18] Anche questo si è AVVERATO!

Felicemente, chi possiede la corretta cultura biblica è consapevole che i dolori di parto aumenteranno, man mano che ci avviciniamo al punto di non ritorno, per ampiezza, frequenza ed intensità. Le scene di disperazione che sempre più spesso si vedono accadere in varie parti del mondo avvalorano le parole profetiche di Gesù. La Bibbia ha previsto che Dio dovrà intervenire per “ridurre in rovina quelli che rovinano la terra”. (Rivelazione 11:18, TNM) In entrambi i casi è usato il verbo διαφθείρω (diaftheirô) che presenza più sfumature di significato. Nel caso in cui è applicato a Dio significa distruggere, eliminare fisicamente e nel caso in cui è applicato agli uomini malvagi significa rovinare in senso fisico e corrompere in senso morale.

Art.-1-17-299Prendiamo in considerazione un nuovo e recente fenomeno industriale: l’estrazione dello shale gas mediante il processo chimico-fisico denominato fracking. In un sito web specializzato si legge: “Il Gas di Scisto o Shale Gas è un tipo di gas metano derivato da argille ed è prodotto in giacimenti non convenzionali, situati tra i 2000 e i 4000 metri di profondità e raggiungibili attraverso tecniche di perforazioni orizzontali e fratturazioni idrauliche. L’estrazione dello Shale Gas è tornata in auge negli ultimi anni anche in Europa, tuttavia l’entusiasmo iniziale ha presto lasciato il posto ai timori derivanti dalla tecnica della fratturazione idraulica e dai rischi ambientali derivanti dall’estrazione. Durante l’estrazione il Gas di Scisto libera nell’atmosfera una quantità di anidride carbonica, il gas maggiormente responsabile dell’effetto serra. Tutti gli approfondimenti e le novità sullo Shale Gas o Gas di Scisto, le ricerche ed i siti in cui viene estratto nel mondo”. — http://www.greenstyle.it/storie/shale-gas.

Art.-1-18-299Secondo un autorevole studio scientifico il fracking provoca effetti nocivi al sistema ormonale umano. Al riguardo si legge: “Il fracking interferirebbe con il sistema ormonale umano provocando effetti nocivi sulla salute. A questa conclusione sono arrivati i ricercatori americani dell’Università del Missouri che hanno studiato un risvolto finora non tanto preso in considerazione di questa forma di approvvigionamento energetico. Durante il processo di fratturazione idraulica (fracking) per estrarre shale gas, si perforano le rocce con alcune sostanze chimiche. Analizzando l’acqua nei bacini vicini ai siti nei quali il fracking viene praticato negli Stati Uniti, sono state trovate tracce troppo elevate di interferenti endocrini.
In sostanza, affermano i ricercatori, gli agenti chimici utilizzati per distruggere le rocce finiscono nei bacini idrici e da qui inquinano le riserve utilizzate dagli esseri umani. Una volta entrati in contatto con Art.-1-19-299 il sistema endocrino, gli interferenti disturbano le risposte del corpo agli ormoni, sia maschili che femminili, favorendo così malattie metaboliche, neurologiche o interferenze con l’apparato riproduttivo. E gli effetti sembrano ancora più devastanti quando le sostanze chimiche vengono assorbite dal corpo di un bambino. Più di 700 sostanze chimiche sono utilizzate nel processo di fracking, e molte di loro disturbano la funzione ormonale. Con il fracking in aumento, le popolazioni possono affrontare maggiori rischi per la salute a causa di una maggiore esposizione chimica del sistema endocrino ha spiegato Susan Nagel, uno dei principali autori dello studio pubblicato sulla rivista specializzata Endocrinology.

La ricerca si è basata sui campioni prelevati dai siti in cui c’erano stati incidenti nella Garfield Art.-1-20-299 County, Colorado, a causa dei quali c’erano state dispersioni di sostanze chimiche. I risultati di queste rilevazioni sono stati poi confrontati con quelli simili effettuati in altri luoghi, e si è così
scoperto che i livelli di inquinamento più preoccupanti avvengono nelle acque di superficie, fiumi come il Colorado che raccoglie per migliaia di chilometri queste sostanze provenienti dai pozzi di perforazione (nella sola Contea di Garfield sono oltre 10 mila), rendendo molto pericoloso in questo modo l’approvvigionamento idrico”. — http://www.greenstyle.it/fracking-provoca-effetti-nocivi-al-sistema-ormonale-lo-rivela-uno-studio-65976.html.

Un altro serio studio scientifico ha lanciato l’allarme, perché risulta dimostrata la connessione tra fracking e terremoti, come si legge: “Che il fracking causi i terremoti lo sospettano gli ambientalisti e qualche geologo da alcuni anni. Adesso però arriva la conferma scientifica dal Texas, probabilmente la “patria” dello shale gas. Alcuni ricercatori della Southern Methodist University hanno appena pubblicato l’articolo “Analysis of the Cleburne, Texas, Earthquake Sequence from June 2009 to June 2010″ sul Bulletin of the Seismological Society of America. Nell’articolo i ricercatori dimostrano come nell’area normal-mente non sismica di Cleburne, le operazioni nei pressi dei pozzi destinati al fracking abbiano comportato dei terremoti più grandi in grado persino di danneggiare le abitazioni del circondario.

Art.-1-21-299 “I ricercatori hanno analizzato un campione decisamente ampio: ben 50 terremoti che hanno colpito l’area di Cleburne in Texas tra il 2009 e il 2010. Studi come questo della Southern Methodist University non sono isolati, tempo fa anche ricercatori della US Geological Survey hanno dimostrato come l’iniezione di acqua nel terreno per estrarre gas possa provocare micro-terremoti. Questi ultimi, spesso sottovalutati dai cosiddetti “esperti”, per molti potrebbero in realtà essere la causa scatenante dei grandi terremoti. Oltre alle ricerche accademiche una prova tangibile della pericolosità del fracking dello shale gas è la Contea di Johnson, in Texas, zona storicamente non sismica, dove negli ultimi mesi si sono verificati diversi terremoti, nelle ultime 3 settimane ben 16 casi.

“Gli abitanti raccontano di sentire le loro case gemere, e in alcuni casi vedono persino aprirsi delle crepe nei muri e nei pavimenti. Proprio a causa di questa situazione, nel luglio scorso un gruppo di famiglie della Johnson County ha deciso di fare causa alle compagnie responsabili (EOG Resources, Enterprise Crude Oil, Royal Dutch Shell e Sunoco Logistics) per i danni alle loro case. È stato così nominato un panel di esperti che ha spiegato come non sono tanto le esplosioni a causare i terremoti, quanto l’iniezione di acque reflueche servono per distruggere le rocce dalle quali poi si ricava il gas. Vistoil boom dello shale gas americano, le cause avviatenella Johnson County sono destinate ad allargarsi negli States?— http://www.greenstyle.it/fracking-e-terremoti-connessione-dimostrata-in-texas-65006.html.

Art.-1-22-299Il fracking avvelena il nostro pianeta dice il cartello della donna nella foto in alto. Senza entrare in dettagli tecnici è facile capire quanto possa essere invasiva, pericolosa e devastante questa tecnica ‘non convenzionale’ utilizzata soprattutto per estrarre il metano, gas non facilmente estraibile con le tecniche tradizionali a trivellazione verticale. Con il fracking, invece, i fluidi e le miscele chimiche vengono direzionate orizzontalmente e pompate ad una pressione tale da innescare microsismi che frantumano la roccia. Ma i rischi per l’uomo e per l’ambiente connessi a questa tecnica sono alti. Innanzi tutto la contaminazione delle falde acquifere, dell’aria e del terreno causata dal mix di agenti chimici e liquidi inquinanti utilizzati per spaccare, impermeabilizzare e tenere aperte le rocce.

In un rapporto dettagliato pubblicato e diffuso nel 2011 dalla Camera Usa, l’elenco delle sostanze presenti nei fluidi usati per la fessurizzazione meccanica sarebbe estremamente lungo e preoccupante (ben 17 pagine!). Tra le principali sostanze altamente nocive vi sono: naftalene, benzene, toluene, xylene, etilbenzene, piombo, diesel, formadeldeide, acido solforico, tiourea, cloruro di benzile, acido nitrilotriacetico, acrilamide, ossido di propilene, ossido di etilene, acetaldeide, di-2-etilesile e ftalati. Sono tutti agenti cancerogeni altamente tossici. Ma non mancano le sostanze radioattive come i vari isotopi di antimonio, cromo, cobalto, iodio, zirconio, potassio, lanthanio, rubidio, scandio, iridio, krypton, zinco, xenon e manganese. — Fonte: United States of Rappresentatives Committee on Energy and Commerce Minority Staff.

Questa nuova rabbiosa ricerca di materie prime necessarie principalmente per soddisfare la bramosa sete di benessere da parte di una nazione, gli Stati Uniti, che la storia degli ultimi 50 anni, dimostra in modo inequivocabile essere conosciuta come una nazione deupaperatrice delle risorse del pianeta. Certo, questa nazione stà compribuendo in modo 'esemplare' ad adempiere la dichiarazione di Dio "ridurre in rovina quelli che rovinano la terra" [Riv. 11:18, TNM]

(Vedi questo importante programma televisivo di RAI 3 che abbiamo trascritto)


I "
CANI MUTI" NON PROCLAMANO L’IMMINENTE GIUDIZIO DI DIO

Art.-1-23-229Duemila anni fa non aveva il vero Dio profetizzato circa la futura rovina del pianeta e conseguentemente la sua intenzione “di distruggere coloro che distruggono la terra”? (Apocalisse 11:18, Garofalo) Ripassiamo la già citata lezione biblica: “No, non è solito fare il Signore Jahve cosa alcuna senza comunicare la deliberazione ai suoi servi, i profeti”. (Amos 3:7, Garofalo) Dio non solo esiste ma non è muto e comunica a coloro disposti ad ascoltarlo la sua “deliberazione”. Il vero Dio Jahve è quindi l’unico ad avere la soluzione del problema per questo tipo di persone e nella Bibbia ce lo ha rivelato chiaramente. Ma questo fatto chiama in causa un fattore che finora non abbiamo menzionato: la responsabilità della falsa religione che non avverte le persone di ciò che Dio ha intenzione di fare per salvare il pianeta.

I falsi ministri religiosi sono muti e spiritualmente sonnolenti e tacciono sulle intenzioni di Dio. Le parole che anticamente Dio rivolse ai falsi pastori di Israele oggi si applicato a loro. Si legge: “Quelli che dovrebbero vegliare su Israele sono ciechi. Non si accorgono di nulla. Sono cani muti, incapaci di abbaiare. Sonnecchiano sdraiati, vogliono soltanto dormire. 11Sono cani voraci che non si saziano mai. E quelli sarebbero i pastori. Sono incapaci di comprendere, ognuno fa quel che vuole e cerca solamente il proprio interesse”. (Isaia 56:10, 11, TILC) La Bibbia cattolica di Salvatore Garofalo li definisce “cani mutipastori incapaci di comprendere. Ognuno segue la sua via, ognuno bada al proprio interesse”. (Isaia 56:10, 11) Oggi la storia si ripete nel clero della cristianità.

Art.-1-24-199Nel libro La santa casta della ChiesaDuemila anni di intrighi, delitti, lussuria, inganni e mercimonio tra paci, vescovi, sacerdoti e cardinali l’autore Claudio Rendina ha scritto: “La gestione delle finanze della Santa Sede va a interessare sempre più il tessuto politico, fino alla creazione di una associazione di laici e religiosi guidata da un prelato, parallela alla Chiesa di Roma: una prelatura personale, ovvero finanziariamente autonoma, decantata come “Opera di Dio”. La sua storia è disseminata di “scandali” che peraltro non la sfiorano ormai più di tanto e sono diventati quasi un motivo ornamentale della sua esistenza”. (Op. cit., New Compton Editori, 2009, Roma, p. 8) Riassumendo lo scopo del suo libro, Rendina ha aggiunto:

Avremo in ultima analisi un quadro completo e particolareggiato del mondo economico della Santa Sede, dei suoi movimenti all’interno delle finanze ufficiali, in strutture sbandierate come caritatevoli e “senza fini di lucro”. E si comprenderà quanto questa casta non abbia tenuto presente l’esortazione allo stato di povertà del messaggio cristiano tramandata nel vangelo di Luca (IX, 3): “Non prendete nulla per il viaggio, né bastone, né bisaccia, né pane, né denari; parimenti non abbiate ciascuno due vesti” … Senza considerare il famoso ammonimento di Gesù in persona nel vangelo di Marco (XXII, 21), che è un’esplicita condanna a certi impegni politici millenari della santa casta: “Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio”. E ancora, l’altra prescrizione di Gesù nel vangelo di Matteo (VI,24): “Non potete servire nello stesso momento Dio e Mammona”. — Ibidem, pp. 8-9.

Rendina ha presentato nel suo libro un’attenta disamina degli scandali politici e finanziari che hanno coinvolto la santa casta della Chiesa, compresa una situazione delle finanze della Santa Sede all’alba del terzo millennio. Si legge: “Gli anni Novanta scandiscono una serie di scandali finanziari tra processi e denunce dentro e fuori della Città del Vaticano, in ogni caso direttamente o meno a carico di personalità della sacra casta che appaiono autentici impostori”. La riabilitazione del grande scienziato pisano Galileo Galilei voluta da papa Wojtyla in quel periodo (precisamente il 31 ottobre 1992, circa 359 anni dopo la condanna del Sant’Uffizio del 22 giugno 1633) non fu casuale, perché si legge: “Questa riabilitazione di Galilei appare in qualche modo pilotata dalla Santa Sede e ampiamente diffusa per concentrare l’attenzione dell’opinione pubblica sui rapporti tra Chiesa e scienza e farli apparire idilliaci, allontanando l’attenzione dell’opinione pubblica dalle disavventure truffaldine che sono alla base delle finanze vaticane”. — Op, cit., pp. 186, 187.

L’INGANNO RELIGIOSO PORTERÀ MOLTI A "MORIRE NEL LORO ERRORE" [Ez. 3:18]


Art.-1-25-299La denuncia di Dio contro i falsi pastori fu chiaramente espressa anche dal suo profeta Geremia con queste parole: ”Dal profeta al sacerdote tutti praticano la menzogna. Essi curano la ferita del mio popolo alla leggera, dicendo: “Bene! Bene!” mentre non va bene. Dovrebbero vergognarsi, perché commettono abomini; ma non si vergognano affatto, non sanno neppure arrossire. Per questo cadranno fra coloro che cadono, al tempo del loro castigo saranno prostrati”, dice Jahve”.— Geremia 6:14, 15, Garofalo.

Oggi specialmente i capi religiosi della Chiesa Cattolica Romana parlano molto alle masse popolari; l’attuale papa Bergoglio si dà molto da fare per manifestare il pensiero della Chiesa (ma non quello di Dio) allo scopo di offrire conforto alle persone oppresse da un sistema economico che sta riducendo molti alla povertà; il papa ha perfino offerto loro una cura medicamentosa, la misericordina, in sostanza un rosario per pregare. Molti si illudono sostenendo che con questo papa la Chiesa si mostra più vicina ai poveri e agli sfortunati, pronta ad offrire loro conforto.

Tuttavia si tratta di un’abile operazione di marketing religioso mediante il quale la Chiesa cerca di recuperare il favore popolare che era sceso pericolosamente con papa Ratzinger. La situazione è simile a quella accaduta durante il pontificato di papa Woytjla, quando la Chiesa è stata disposta a fare autocritica per recuperare la sua reputazione in
Art.-1-27-299 campo morale. Infatti lo storico Alberto Melloni, commentando le richieste di perdono da parte della Chiesa, aveva scritto: “In realtà anziché il perdono per fatti e persone di passati lontani si chiede talora una tregua da accuse e responsabilità di cui si coglie il fondamento”. (Il Mulino, luglio-agosto 1995) La Chiesa Cattolica cerca di liberarsi del peso degli errori passati e recenti per rendersi nuovamente credibile all’opinione pubblica, pertanto interessata a mostrarsi vicina ai poveri e agli oppressi per riappacificarsi col mondo ma non con Dio.

Il clero della cristianità fa mostra di devozione religiosa, afferma di essere ministro di Dio, ma è spiritualmente cieco, muto e addormentato. Se non è grado di fare la guardia ed avvertire del pericolo, a che cosa serve? Simili pastori sono “incapaci di comprendere”, sono sentinelle
Art.-1-28-299 religiose prive di intendimento, incapaci di fornire una guida spirituale alle persone simili a pecore. Inoltre sono corrotte. Hanno insaziabili desideri egoistici. Invece di seguire la guida di Dio, vanno per la loro propria via, cercano il guadagno ingiusto nella ricerca del potere temporale e del favore popolare. Ignorano a tal punto l’imminente giudizio di Dio che dicono alla gente che andrà tutto bene, con una sfrontatezza incredibile. (Contronta Ger. 6:13-15)

Eppure, proprio all’inizio della sua riposta alla domanda dei discepoli circa quando sarebbe venuto il tempo del giudizio di Dio, Gesù aveva avvertito: “Guardate che nessuno vi inganni; molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno”. (Matteo 24:4, 5, CEI) Lo scopo per cui
Misericordina
sorgono falsi Cristi e falsi profeti è stato chiaramente indicato da Gesù: “Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. Ecco, io ve l'ho predetto”. (Matteo 24:24, 25, CEI) L’inganno religioso sarebbe stato un insidioso pericolo mortale da cui guardarsi per non essere trascinati nell’errore religioso, come aveva avvertito anche Paolo di Tarso:

Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenire l'apostasia e dovrà esser rivelato l'uomo iniquo, il figlio della perdizione, colui che si contrappone e s'innalza sopra ogni essere che viene detto Dio o è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio, additando se stesso come Dio … E ora sapete ciò che impedisce la sua manifestazione, che avverrà nella sua ora. Il mistero dell'iniquità è già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzo chi finora lo trattiene. Solo allora sarà rivelato l'empio e il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio della sua bocca e lo annienterà all'apparire della sua venuta, l'iniquo, la cui venuta avverrà nella potenza di satana, con ogni specie di portenti, di segni e prodigi menzogneri, e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vanno in rovina perché non hanno accolto l'amore della verità per essere salvi. E per questo Dio invia loro una potenza d'inganno perché essi credano alla menzogna e così siano condannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hanno acconsentito all'iniquità”. — 2 Tessalonicesi 2:3-12, CEI.

Da queste esplicite parole ispirate è evidente che c’è la gravissima responsabilità dell’ingannatore ma anche l’altrettanto grave responsabilità di coloro che sono ingannati, i quali compiono una scelta morale sbagliata dettata dalla loro mancanza di amore per la verità religiosa. Dio non impedisce questa operazione ingannatrice di Satana, ma lascia che avvenga in modo da rendere manifesta la mancanza morale di coloro che amano l’ingiustizia e non apprezzano la verità di Dio. Questo spiega come mai moltissime persone sono ingannate dalla falsa religione e rifiutano di conoscere la verità religiosa predicata attraverso un’opera mondiale predetta da Gesù in Matteo 24:14.
Art.-1-30-299PERINDE AC CADAVER”: un concetto distorto dell’ubbidienza"
Sopra: Prostrazione dei preti della Società della Nostra Signora della SS. Trinità (SOLT), una società religiosa a carattere mariano e trinitariano. “Perinde ac cadaver”, ovvero “proprio come un cadavere”, il celebre motto dei gesuiti, ad indicare l’obbedienza completa, cieca ed assoluta, senza reazione al proprio superiore, con la remissiva passività di un cadavere: un concetto distorto dell’ubbidienza rispetto a quello biblico teocratico basato sulla conoscenza e l’amore verso Dio. Una simile ubbidienza cieca alla Tradizione religiosa incatena milioni di persone alla falsa religione impedendo loro di conoscere la verità riguardo a Dio e a Gesù Cristo. Vedi Giovanni 17:3.


REAGITE CON CORAGGIO, ACCETTATE LA MANO TESA CHE DIO VI STÀ OFFRENDO OGGI! 

A questo punto, con questo articolo ci rivolgiamo ai lettori, i quali, anziché sgomentarsi, devono agire con coraggio e mettersi in condizione di capire l’esortazione che oggi Gesù rivolge loro: “Ma prestate attenzione a voi stessi affinché i vostri cuori non siano aggravati dalla crapula nel mangiare e nel bere e dalle ansietà della vita e quel giorno non piombi all’improvviso su di voi 35 come un laccio. Poiché verrà su tutti quelli che abitano sulla faccia di tutta la terra. State svegli, dunque, supplicando in ogni tempo affinché riusciate a scampare da tutte queste cose destinate ad accadere, e a stare in piedi dinanzi al Figlio dell’uomo”. — Luca 21:34-36. TNM.

dolori-di-parto-620Per voi lettori può essere confortante sapere che c’è una via di uscita e che ci sono milioni di persone che conoscono quali sono “tutte queste cose destinate ad accadere” e quindi sono in trepida attesa della tanto agognata liberazione, mentre tutte le altre, come dice Gesù, sono nella “angoscia delle nazioni, che non sapranno come uscirne”. (Luca 21:25, TNM) Volete continuare a dare fiducia nella guida umana oppure ora capite la necessità di rivolgervi alla guida del vero Dio? Intanto, giorno dopo giorno, ci avviciniamo al punto di non ritorno, poiché appena sarà pronunciato il grido di “Pace e sicurezza!” (1 Tessalonicesi 5:3, TNM), allora inizierà la “grande tribolazione” predetta da Gesù in Matteo 24:21.

Art.1-34Questo è l’argomento del successivo articolo dal tema: SOPPRAVVIVERE ALLA FINE: COME? [leggi] In questa pagina due immagini sono volutamente in contrasto tra loro: la prima è riferita alla schiavitù ad un sistema religioso che è destinato a perire sotto l’avverso giudizio di Dio. La seconda è riferita alla prossima liberazione del popolo che Dio ha già da ora affrancato dalla schiavitù dell’inganno religioso.

Mentre ci avviciniamo velocemente alla grande tribolazione, la misericordia divina continua a proclamare un messaggio di possibile salvezza, incoraggiandovi a cercare il popolo che YAHWEH sta istruendo e rafforzando, per esser pronto a restare in vita, e, successivamente, a iniziare a trasformare la Terra in un paradiso. Nel sito sono presentati alcuni testi che si inseriscono armoniosamente al messaggio proclamato predetto da Gesù nel vangelo: E questa buona notizia del regno sarà predicata in tutta la terra abitata, in testimonianza a tutte le nazioni; e allora verrà la fine ”. (Matteo 24:14, TNM) Alcuni di questi testi sono:
"Liberazione dalla casa di lunga durata" [leggi], "Chi è l'uomo dell’illegalità" [leggi]
, "Il meglio deve ancora venire" [leggi] e "La teoria dell’evoluzione: la sopravvivenza del migliore" [leggi].

"SFORZATEVI CON VIGORE" NEL RESPINGERE LA 'NEVROSI DEL MONDO' CHE VI IMPEDISCE DI COMPRENDERE LA REALTÀ

Certamente molti non saranno d’accordo con le conclusioni presentate in questo sito dall’Editore della Azzurra7 Editrice, ma le loro opinioni contrarie sono supportate dai fatti? L’ex giurista ebreo Saulo (Paolo) di Tarso li definirebbe come ‘uomini fisici’ (1 Corinti 2:14), siano essi atei, agnostici o religionisti. L’uomo fisico menzionato da Paolo soffre di un disturbo della percezione dovuto alla sua malattia spirituale che potrebbe essere definita come distrofia morale e intellettuale. Tale distrofia (δυστροφία, dal greco dýstrophos, “mal nutrito”, composto da δυσ (dys) “male” e τρέϕω (trepho) “nutro”) è dovuta ad una cattiva alimentazione spirituale e intellettuale che lo priva della capacità di fare corrette valutazioni dei fenomeni immanenti e trascendenti e si può considerare come un disturbo nevrotico della sua personalità.

Art.-1-31-199Nel suo libro L’arte del counseling lo psichiatra Rollo May, considerato il padre della psicanalisi esi-stenziale americana, ha scritto: “Per realizzare un qualsiasi tipo di salute della personalità tutti abbiamo bisogno di qualche scopo, anche se frammentario, in cui credere. Senza scopi non esiste significato; e senza significato, alla fine, diventa impossibile vivere. Lo scopo serve alla personalità come il nucleo d’acciaio all’elettromagnete: esso unifica le linee di forza in un campo, consentendo così al magnete di esercitare potenza efficace. Anche per realizzare la salute della personalità occorre che l’individuo creda in qualche scopo nel processo totale della vita, così come nella propria vita personale. È impossibile vivere su un’isola di significati, circondanti da un oceano di nonsenso. Se l’universo è pazzo, anche le parti che lo compongono devono esserlo.

Questo conferma … che i nevrotici hanno bisogno di affermare se stessi, la società e l’universo: i tre aspetti dell’affermazione della vita vanno di pari passo. Ecco quel che costituisce la religione: religione è credere nel processo totale della vita. Non certo la religione di Harold [un giovane prete appena uscito dal seminario, sull’orlo di un esaurimento nervoso e paziente di May] o di qualsiasi setta dogmatica, ma la religione come atteggiamento di fondo con cui affrontiamo l’esistenza. Jung trova il significato di cui abbiamo bisogno negli strati più profondi dell’inconscio collettivo, là dove risiede l’origine dell’idea di Dio, un archetipo, ‘un’immagine primordiale’”. — Op. cit., trad. di Cristiana Carbone, Astrolabio, 1991, Roma, pp. 131, 132.

SIATE DISPOSTI AD ACCETTARE LA GUIDA DI DIO PER INCAMMINARVI NELLA 'VIA DELLA VITA'
[Prov. 3:10-13]

Rollo May-300Citando ciò che Carl Gustav Jung dice nel suo libro Psicologia dell’inconscio a p. 122, Rollo May scrive: “L’idea di un Essere di potenza sconfinata, di un Essere divino, è presente ovunque, in maniera conscia o inconscia, perché è un archetipo … Ritengo quindi più saggio riconoscere consapevolmente l’idea di Dio; perché in caso contrario succede semplicemente che diventa Dio un qualcos’altro, e di regola qualcosa di assai inadeguato e stupido”. Secondo Jung, nel processo di guarigione del nevrotico gli archetipi pervengono a vita indipendente e servono da guida spirituale per la personalità, sostituendo in tal modo l’io inadeguato e il suo vano volere e lottare. La psiche si è come risvegliata a una vita spontanea o, come direbbero i devoti, si lascia guidare da Dio.

Trovare la religione significa scoprire questi livelli profondi dell’inconscio e assimilarli nella propria vita cosciente. Jung lo descrive in questi termini: “Essi diventavano consci di sé, potevano accettare se stessi, erano in grado di riconciliarsi con se stessi, e con ciò si riconciliavano anche con le circostanze ed eventi avversi. Ciò rassomiglia molto a quanto veniva prima espresso con le parole: “Egli ha fatto la pace con Dio, egli ha sacrificato la sua propria volontà, sottomettendosi alla volontà divina”. Definire Dio come un archetipo suona strano alle orecchie moderne, ma, nel corso della storia, trova una buona conferma teologica”. — Op. cit., pp. 132, 133.

Sempre nel suo libro L’arte del counseling lo psichiatra Rollo May ha scritto: “Ciò che Freud attacca è l’uso scorretto della religione. E in questo senso è nel giusto e può insegnarci molte cose importantissime. Ma la religione autentica, vale a dire l’affermazione fondamentale del senso della vita, è qualcosa di diverso … Si tratta sostanzialmente di un problema religioso, che lo si risolva in questi termini o no. Se si riesce ad avere fiducia nel significato della vita, a credere nel proprio e nell’altrui valore fondamentale, a credere che l’universo ha un significato che ci permette di superare la nostra insicurezza, allora potremo fare esperienza di quell’abbandono e di quel coraggio di cui abbiamo bisogno per vivere. Secondo Jung, il problema effettivo di tutti i suoi pazienti di mezza età era quello di trovare una visione religiosa della vita

È il problema del trovare un senso nella propria esistenza e, in ultima analisi, nella vita stessa. Ciò di cui abbiamo bisogno per vivere, secondo Jung, è fede, speranza, amore e intuizione. Per affrontare la questione da un punto di vista negativo, chiediamoci cosa accade alla salute mentale quando manchi il significato che la religione dà alla vita. In altri termini, qual è l’effetto dell’ateismo sulla personalità umana?” — Op. cit. pp. 129, 130.

Il dr. May risponde a questa domanda menzionando il caso di un suo paziente, definendolo un vero ateo, edonista cinico e materialista: “Molti si definiscono atei senza esserlo realmente, ma Frank era senza dubbio ateo. Prova ne era il fatto che, dal punto di vista pratico, la sua vita non aveva alcun significato. La sua personalità si stava disgregando; come c’era da aspettarsi era pieno di problemi. Sentiva che la sua vita era priva di scopo. E, da un punto di vista psicologico, era chiaramente nevrotico. Mi ha sorpreso constatare che praticamente ogni autentico ateo con cui ho avuto a che fare ha manifestato inconfondibili tendenze nevrotiche”. (Op. cit., p. 131) La preferenza non è comunque tra l’ateismo, l’agnosticismo od il generico fideismo o religionismo. Non è così semplicistico.
Art.-1-32-299Se si riconosce il bisogno di Dio, in tal caso è necessario non limitarsi a credere nella sua esistenza, ma occorre cercare la vera religione. Come ha osservato il ricercatore Émile Poulat nell’opera “Le Grand Atlas des Religions”, “le cose [che le varie e tante religioni] insegnano e richiedono sono talmente diverse che è impossibile credere in esse tutte”. (Op. cit., Encyclopædia Universalis, 1990) In armonia con questo principio, l’autorevole Encyclopædia Universalis ha dichiarato: “Se il XXI secolo assisterà a un ritorno alla religione, ... l’uomo dovrà stabilire se le cose sacre che gli vengono proposte sono vere oppure false”. L’Encyclopædia Universalis evidenzia opportunamente la rilevanza della verità. Se la religione promuove delle menzogne può pretendere d’essere vera? Gesù Cristo affermò: “Dio è spirito, e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità”. — Giovanni 4:24, versione CEI.


Gesu-Re
Nel XVIII secolo il filosofo francese Voltaire fece una distinzione interessante. Scrisse: “La religione, voi dite, ha prodotto innumerevoli infamie. Dovreste piuttosto dire la superstizione, la superstizione che regna sul nostro triste pianeta. La superstizione è il più crudele nemico della pura adorazione che dobbiamo all’Essere Supremo”. Che i cosiddetti benpensanti non si scandalizzino dunque per ciò che l'AZZURRA7 EDITRICE pubblica in forma cartacea ed elettronica. Il loro fallimento non invalida la verità di Dio, come ha sottolineato Paolo di Tarso: “Se alcuni non hanno espresso fede, renderà forse la loro mancanza di fede senza efficacia la fedeltà di Dio? Non sia mai! Ma sia Dio trovato verace, benché ogni uomo sia trovato bugiardo, come è scritto: “Affinché tu sia provato giusto nelle tue parole e vinca quando sei giudicato”. Comunque, se la nostra ingiustizia mette in risalto la giustizia di Dio, che diremo? Dio non è ingiusto quando sfoga la sua ira, vero? (Parlo da uomo). Non sia mai! Altrimenti, come Dio giudicherà il mondo?” — Romani 3:3-6, TNM.

Non solo l’esistenza, ma soprattutto la fedeltà di Dio al suo eterno proposito non può assolutamente essere inficiata dalla mancanza di fede di molti uomini, per quanto saggi e sapienti pensino di essere in questo mondo. La veracità dei suoi princìpi e l’adempimento delle sue parole profetiche rendono Dio vincitore mentre perdenti risultano essere coloro che Lo negano e Lo giudicano sfavorevolmente. In ogni caso la loro ingiustizia mette ancor più in risalto la giustizia di Dio e di conseguenza Egli è dichiarato giusto nella sua intenzione di giudicare il mondo. Presto Dio compirà opere tremende e meravigliose per liberare il suo popolo dall’oppressione di questo mondo. Le azioni che Dio farà nel prossimo futuro e le azioni che devono fare ora le persone che vogliono beneficiare del Suo programma di salvezza sono esposte nell’appendice al capitolo 12* del libro La teoria dell’evoluzione — La sopravvivenza del migliore edito dalla AZZURRA7 EDITRICE.

*VISTA L'IMPORTANZA CHE L'ARTICOLO RIVESTE, LO PUOI LEGGERE NELLA SEZ. "ARTICOLI MIRATI" SULLA BARRA DEL MENU, OPPURE SU... (clicca quì)


*IL PUNTO DI VISTA DI DIO SUGLI OMOSSESUALI


Omosessuali1 La Bibbia prende in esame il fenomeno dell’omosessualità che esisteva anche in epoche passate. Le Scritture non promuovono nessun pregiudizio nei confronti delle persone, tuttavia il punto di vista della Bibbia sugli atti omosessuali è inequivocabile: “Non devi giacere con un maschio come giaci con una donna. È cosa detestabile”. (Levitico 18:22, TNM) Questo divieto era incluso nella Legge mosaica ed era quindi una delle tante leggi morali date specificamente alla nazione di Israele. Il punto di vista di Dio sugli atti omosessuali, compiuti da ebrei o non ebrei, è ben espresso dalle parole: “È cosa detestabile”. Le nazioni che circondavano Israele praticavano omosessualità, incesto, adulterio e altre cose vietate dalla Legge. Per questo Dio considerava contaminate quelle nazioni. (Levitico 18:24, 25) Il punto di vista biblico è cambiato con l’avvento del cristianesimo? Per capirlo basta leggere il seguente passo neotestamentario che è riferito all’omosessualità maschile e femminile:
Omossesuali4 Dio li ha abbandonati a vergognosi appetiti sessuali, poiché le loro femmine hanno mutato il loro uso naturale in uno contro natura; e similmente anche i maschi hanno lasciato l’uso naturale della femmina e nella loro concupiscenza si sono infiammati violentemente gli uni verso gli altri, maschi con maschi, operando ciò che è osceno”. — Romani 1:26, 27, TNM.
Potremmo chiederci: perché la Bibbia parla degli atti omosessuali come di qualcosa di innaturale e di osceno? Perché implicano un tipo di attività sessuale diversa da quella che intendeva il Creatore della sessualità. Gli atti omosessuali non rientrano nel disegno di Dio e quindi sono contro natura. Non tutto ciò che è tecnicamente possibile è naturale. Ad esempio, una persona può rubare, violentare, uccidere e compiere altre azioni che sono condannate dalla
legge di Dio. Il fatto che molti, nel passato e al presente, abbiano praticato e continuino a praticare azioni condannate da Dio, tra le quali l’omosessualità, non le ha mai rese congrue e normali. La Bibbia equipara gli atti omosessuali ai rapporti sessuali che gli angeli ribelli, poi conosciuti come demòni, ebbero con le donne prima del diluvio dei giorni di Noè. (Genesi 6:4; 19:4, 5; Giuda 6
, 7) Dio considera innaturali entrambi i tipi di rapporti.
Sodoma0-300 Molti sanno che Dio condannò alla distruzione le città di Sodoma e Gomorra a motivo della dilagante omosessualità. Sodoma però mantenne un atteggiamento di sfida nei confronti di Geova, diventando famosa per pratiche immorali quali l’omosessualità. “Il grido di lamento circa Sodoma e Gomorra”, dichiarò Geova, “sì, è alto, e il loro peccato, sì, è molto grave”.

Perciò Dio mandò i suoi angeli a distruggere Sodoma, rassicurando Abraamo che se sul posto si fossero trovati anche solo dieci giusti l’intera città sarebbe stata risparmiata. (Genesi 18:16, 20-33) La città dimostrò di meritare la distruzione. Infatti uno spregevole branco di sodomiti, fra cui ragazzi e vecchi, Distruzione-di-sodoma-400 circondò la casa di Lot nel tentativo di violentare i suoi ospiti angelici. L’indomani, dopo che Lot, sua moglie e le due figlie avevano lasciato la città, Sodoma e Gomorra furono distrutte col fuoco. (Genesi 19:1-29) Molti secoli dopo Gesù ha confermato questo avvenimento storico. Vedi Luca 17:28, 29.
Oggi alcuni si chiedono se geni, ambiente o esperienze traumatiche come abusi sessuali subiti possano giustificare gli atti omosessuali. Per esempio l’alcolismo potrebbe essere causato da una predisposizione ereditaria, come sostengono alcuni ricercatori, o dall’essere cresciuti in una famiglia in cui si faceva abuso di alcol.

Ovviamente sarebbe naturale mostrare comprensione per qualcuno che si trova in tali circostanze, ma nessuno lo incoraggerebbe a continuare a bere Omossesuali6 o ad abbandonare la sua lotta contro l’alcol solo perché è nato con questa tendenza o è cresciuto in un determinato ambiente. In modo simile, pur non condannando chi lotta con tendenze omosessuali, che possono essere scatenate da squilibri ormonali, la Bibbia non giustifica il fatto di assecondare tali tendenze, che siano dovute a fattori genetici o ad altri motivi. (Romani 7:21-25; 1 Corinti 9:27) Coloro che lottano per evitare di compiere atti omosessuali possono trovare aiuto pratico e incoraggiamento nella Bibbia.

Omossessuali5
Sebbene gli atti omosessuali siano condannati nella Bibbia, l’odio e la violenza bestiale contro gli omosessuali non vi trova riscontro. Il punto di vista di Dio riguardo all’omosessualità non può essere annacquato. In 1 Corinti 6:9, 10 la Bibbia dice chiaramente che tra coloro che “non erediteranno il regno di Dio” ci sono “uomini che giacciono con uomini”. Ma il versetto 11 aggiunge un pensiero rassicurante: “E questo eravate alcuni di voi. Ma siete stati lavati, ma siete stati santificati, ma siete stati dichiarati giusti nel nome del nostro Signore Gesù Cristo e con lo spirito del nostro Dio”. È evidente che chi desiderava di tutto cuore adorare Dio come lui voleva veniva accolto calorosamente nella congregazione cristiana del I secolo. Lo stesso avviene oggi nel caso di tutte quelle persone sincere che cercano di ottenere il favore di Dio, non contestando quello che dice la Bibbia, ma mettendo la propria vita in armonia con essa.

Quello che è assurdo, dal punto di vista autenticamente cristiano, è che vi siano religioni che condonano e approvano gli atti omosessuali e le unioni omosessuali. Tra queste religioni ve ne sono alcune che si definiscono cristiane. Valgono in questi casi le parole ispirate di Saulo (Paolo) di Tarso riportate nella lettera ai cristiani di Roma e scritte circa 1960 anni fa: “Benché questi conoscano molto bene il giusto decreto di Dio, che quelli che praticano tali cose meritano la morte, non solo continuano a farle, ma anche approvano quelli che le praticano ”. (Romani 1:32, TNM) Risulta infatti impossibile aggirare le esplicite scritture bibliche per tentare di giustificare l’omosessualità come se potesse essere tollerata se non addirittura approvata da Dio.
Meretrice e bestiaColoro che vogliono piacere a Dio devono tenere presente come Dio vede le religioni che non lo rappresentano, compreso il clericale “uomo dell’illegalità”. (2 Tessalonicesi 2:3, 9-12) Tali religioni sono false perché fanno gli interessi del suo nemico: SATANA. Per esprimere il suo disprezzo per le false religioni Dio le ha rappresentate come una meretrice che lui stesso chiama “Babilonia la Grande, la madre delle meretrici” che commette fornicazione con i re della terra, ubriaca i popoli e fa affari con gli elementi commerciali. Questo intrallazzo oramai dura da millenni.

Nel cap. 17 del libro di Apocalisse (Rivelazione) Dio ha fatto scrivere in merito al giudizio di questa infame meretrice religiosa. Ma prima che Dio decida di giustiziare tutta la falsa religione, lui stesso ha
Meretrice distrutta fatto dichiarare da un angelo queste testuali parole che fanno ben capire in quale condizione si sarebbe venuta a trovare il suo reame e che creauture immonde avrebbero sostenuto questa "puttana":
È caduta! Babilonia la Grande è caduta, ed è divenuta luogo di dimora di demoni e luogo di rifugio di ogni esalazione impura e luogo di rifugio di ogni uccello impuro e odioso! Poiché a causa del vino dell’ira della sua fornicazione tutte le nazioni sono cadute [vittime], e i re della terra han commesso fornicazione con lei, e i commercianti viaggiatori della terra si sono arricchiti a causa della potenza del suo lusso sfrenato. (Rivelazione 18:2, 3, TNM)

In un libro che descrive la prossima fine della falsa religione (simboleggiata dalla vecchia prostituta Babilonia la Grande) si legge: “Le nazioni impiegheranno la bestia selvaggia di colore scarlatto, le Nazioni Unite, per distruggere Babilonia la Grande. Non agiranno di loro propria iniziativa, perché sarà Geova a mettere nel loro cuore “di eseguire il loro unico pensiero di dare il loro regno alla bestia selvaggia”. Quando arriverà il momento, evidentemente le nazioni comprenderanno la necessità di rafforzare l’ONU. La doteranno dei mezzi necessari, conferendole qualsiasi autorità e potere abbiano, perché possa rivoltarsi contro la falsa religione e combattere efficacemente contro di lei “finché le parole di Dio non siano compiute”. Così l’antica meretrice perverrà alla sua completa fine. Che liberazione sarà quella!”Rivelazione: Il suo grandioso culmine è vicino!, Watch Tower Bible and Tratct Society, 2006, p. 258, paragrafo 21.

Il destino della falsa religione è segnato e inappellabile perché Dio lo ha stabilito circa 19 secoli fa, quando ha fatto scrivere dall’apostolo Giovanni il libro biblico di Rivelazione. Chiunque voglia scampare da questo giudizio deve troncare senza indugio i suoi rapporti con la falsa religione e schierarsi con la vera religione che offre una vera speranza. Piaccia o no, le cose stanno proprio così.


IL NS. SINCERO AIUTO

Nella speranza di aver suscitato in voi un sincero interesse per avere ulteriori informazioni, sentitevi liberi di scriverci. Vi assicuriamo che risponderemo a tutte le vostre domande. Non vi inganneremo come sta facendo la "falsa religione" che non ha nessun messaggio di speranza da offrire alle persone "che sospirano e gemono per tutte le cose detestabili che si fanno in mezzo ad essa". (Ezechiele 9:4) I "re della terra" sono preoccupati per i gravi problemi che il mondo si trova ad affrontare e si stanno affannando per trovare delle soluzioni per tranquillizzare il "mare" dell'umanità sempre più agitato. Mentre i “Commercianti viaggiatori,... gli uomini preminenti della terra" (Riv. 18:23, TNM), hanno fallito e stanno per finire la loro folle corsa nella guerra di Har-Maghedon, di conseguenza è più che mai urgente che vi informiate! Se invece volete studiare la Bibbia gratis, il sito che vi offre questo è: https://www.jw.org/it/corso-biblico-gratis/.


Le foto presenti su questo articolo, sono state in larga parte prese da Internet (escluse quelle di nostra produzione) e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla loro pubblicazione, non avranno che da segnalarlo alla redazione - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.

Sito Origini LA VERA SCIENZA contro LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE

Blog-Giovanni-dAuganno MA DOVE STIAMO ANDANDO? - Ciò che dice la Bibbia!

Paideia PAIDEIA editrice

E.scientifica EVOLUZIONE scientifica

-

XPer offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie policy

Contattaci

Contattaci  per qualsiasi tua richiesta editoriale.

Ti risponderemo il prima possibile!

Collabora con noi             Registrati

Note legali                        Privacy

Cookie policy

Pagine visitate questa settimana

Totale pagine visitate in questa settimana1325

Il tuo carrello

 x 
Carrello vuoto