AZZURRA7 EDITRICE: Libri che offrono libertà

 

In questo momento abbiamo 71 visitatori online

Sei qui: Home / 607 / Distruz. Gerusalemme - Sez. 4

Come fu alterata la storia antica dei regni Neo-Babilonesi


Ricostruzione della vera successione dei regni Assiro-Babilonesi

per il periodo dal 669bc al 539bc con i riferimenti alla antiche alterazioni dei regni

antico inganno grafico

  

 Sezione 4 1 bis

4/1 - Spiegazione sequenziale della storia dei regni rappresentati nel grafico - pag. 1

La linea temporale della tabella è suddivisa in anni |….| intervallati in circa 4 stagioni. Per tale motivo le piccole frecce indicano l’evento occorso l’inizio o fine del regno che solitamente era circa in primavera, dentro il |….|.
 
Esarhaddon, allora re dell’Assiria e della Mesopotamia (Babilonia), tornando da una campagna militare contro l’Egitto, sulla via del ritorno morì il 12 Novembre del 670bc, dopo 12 anni del suo regno su Assiria e su Babilonia (10 Apin, «Cronache dei regni, ABC1, righe 30-33»; vedi sito Livius).
Prima della sua morte, aveva però lasciato disposizioni testamentarie ai suoi dignitari, che il regno fosse governato dai suoi due figli.
Al figlio Maggiore, Assurbanipal, Esarhaddon assegnò il regno sull’Assiria, con capitale a Ninive. Al minore, assegnò il regno su Babilonia e sui paesi del mare (Bassa Mesopotamia).
Assurbanipal iniziò il suo primo anno di regno in Aprile (accessione il 1° Nisannu, 30 Marzo) del 669bc, dopo essere asceso direttamente su Assiria a seguito della morte del padre (Vedi freccia grossa verde). Il regno (fisicamente regnato) di Assurbanipal durerà 42 anni, fino alla sua morte nel 628bc.
Il fratello Šamáš-šuma-ukin iniziò invece il suo regno su Babilonia circa un mese dopo, in Ajaru (28 Aprile), sempre nel 669bc (Vedi freccia grossa rossa); il suo regno durerà 20 anni*.
*(I regni del periodo, erano contati in modo «ordinale»; dal loro «inizio di anno di regno». Contati quindi come primo, secondo, etc.).
Pertanto, occorre sempre tenere presente che quando sono dichiarati 20 anni di regno (ordinale), si conteggiano, in senso astronomico, 19 anni interi, detti «cardinali, completi, 1, 2, 3, o solari, e non 20).
Nel diario astronomico BM 32312, in Col iv rigo 10, è registrata nel 12° giorno del mese di Addaru (12° mese Febbraio/Marzo) del 653bc, una battaglia intercorsa fra i due fratelli o fra i due regni di Assiria e di Babilonia che potrebbe essere stata vinta dal re di Babilonia (l’esito è in [lacuna]); corrisponde al 16° anno quasi finito del re di Babilonia Šamáš-šuma-ukin.
Le «ostilità» fra i due regni consanguinei, iniziarono però nel 19° giorno del X mese AB o Tebêtu (23 Dicembre del 654bc) del 15° anno del re Šamáš-šuma-ukin, (BM 86379 rigo 11).
Nel 27° giorno del mese di Addaru (29 Marzo del 653bc), alla Col. iv, righe 17-19 del BM 32312, è registrata un’importante informazione storica; la battaglia di «Hiritu».
Questa volta, l’esito è registrato a favore del re d’Assira (Assurbanipal). La tessa battaglia di Hiritu, è importante perché è riferita pure in un altro reperto archeologico, il BM 86379, alle righe 13-15; quella battaglia fu persa dal re di Babilonia che si ritirò per primo.
Il reperto BM 96273, alle righe 7-9, registra che nel 17° anno del re di Babilonia Šamáš-šuma-ukin o durante il secolare 652bc, fu intercalato un mese aggiunto Ulûlu II.
Nel nono giorno di quel mese, il reperto narra pure un esito vittorioso per il re di Babilonia (fu conquista la città assira di Cuthah).
L’inizio del regno dei due re figli di Esarhaddon, al 669bc, identificato anche tramite 16° anno del re di Babilonia Šamáš-šuma-ukin, e tramite la «battaglia di Hiritu», il cui anno è astronomicamente confermato dall’eclisse di Luna che fu registrata nello stesso diario astronomico, BM 32312, in Col. ii righe 1-4.
Nella foto dell’eclisse, la Luna è illustrata essendo davanti al Vegliardo (l’attuale costellazione del Perseo, o in mesi invernali; Vedi foto).
Essa si completava al «Sud». Occorse il giorno 19 Gennaio del 653bc e, seppure parziale, la copertura fu oltre 80% del suo disco. Questa eclisse, A. Sachs la stimò invece per il 652bc (7 Gennaio). L’eclisse del 652bc però, fu con la Luna coperta da Ombra solo dopo il suo tramonto, e non trova quindi certamente risultati migliori o decisamente probanti. Quella del 653bc, illustrata nella foto invece, meglio giustifica come corretto l’inizio dei due regni al 669bc.
Nel 650bc Šamáš-šuma-ukin (morendo pare nell’incendio del suo palazzo) fu sconfitto definitivamente da Assurbanipal mentre pure lui, re su Assiria, era al suo 20° anno di regno.
In quell’anno, 650bc, nasceva in Harran la responsabile di tutti i guai archeologici che oggi affliggono la cronologia neobabilonese; tale «Adda-guppi». Probabilmente figlia di un sacerdote Assiro, era dedita all’adorazione della divinità lunare «sin», mentre in Babilonia prevaleva l’adorazione di «MarduK (AN-SAG-ME-GAR)», (alias Giove).
Dopo la morte del fratello, il re Assiro Assurbanipal mise a regnare (praticamente come un «viceré»), su Babilonia suo figlio Aššur-etillu-ili (freccia grossa gialla), col «titolo» di «KANDALANU». Il riferimento a tale regnante «Kandalanu», che è nel reperto BM 86378 alla riga 24, oggi associato a un regno di 22 anni, era di fatto inerente allo stesso Aššur-etillu-ili che fu pure il solo e vero e fisicamente regnante re «Kandalanu» su Babilonia di tutta questa storia Neobabilonese.
Egli regnò solo tre anni, morendo durante delle rivolte sia assire che babilonesi che ci furono fra il 647 e il 646bc. Da primavera del 646bc a primavera del 645bc (per un anno), mentre stava sorgendo a favore dei babilonesi il caldeo Nabopolassar, in Babilonia non ci fu nessun re ufficialmente riconosciuto dai babilonesi; evento registrato nel BM 25127 alla riga 14, dov’è specificato che in Babilonia non ci fu nessun re per un anno (vedi freccia grossa verde).
Sempre durante quell’anno, dopo la morte di Aššur-etillu-ili, alle prime righe 1-13, reggenti o generali assiri di Assurbanipaltentavano di prendere il governo di Babilonia, combattendo contro Nabopolassar; vedi anche lista dei re di Uruk, dopo la voce: «Kandalanu». In tale lista del periodo Seleucide, è riferito il «*Kandalanu» fittizio (21 anni, e non 22 di Tolomeo) invece del «vero» Kandalanu (3 anni).
Dopo aver ottenuto il favore pure degli Elamiti, Nabopolassar riuscì a prendere possesso «militare» di Babilonia ascendendo quindi il 2 Dicembre del 646bc (BM 25127 rigo 14) sulla Bassa Mesopotamia, ed essendo poi riconosciuto ufficialmente (accessione con Akitu) come «Re» sui babilonesi nella primavera (Addaru, 4 Aprile 645bc; (vedi freccia grossa arancione); l’evento è registrato nel BM 25127 rigo 15.
Durante il 5° anno del regno di Nabopolassar, nel secolare anno 641bc, occorse in Babilonia un’eclisse di luna con ombra totale, che non trovo repertata in quanto potrebbero esserne state distrutte le registrazioni (vedi la foto della Nasa). Tolomeo confonderà questa eclisse (a motivo della diversa cronologia da lui seguita su suggerimenti delle informazioni di Adda-guppi), con quella occorsa nel 621bc di fatto durante il Quarto anno del regno di Nabucodonosor (vedi la foto della Nasa).
Crescendo, Adda-guppi aveva nove anni quando poté vedere (era adoratrice della Luna) l’eclisse totale del 641bc e in quel tempo sapeva benissimo che su Babilonia stava regnando Nabopolassar nel suo 5° anno di regno, mentre su Assiria regnava Assurbanipal nel suo 29° anno di regno. Sapeva anche della pretesa di Assurbanipal quale successore di suo figlio quale re su Babilonia. Sapeva che tale re, evidentemente comandò ai suoi sudditi di registrare ogni rapporto con il regno di Babilonia, come se fosse occorso sotto il «*Kandalanu», e non sotto il re Nabopolassar, mentre il re Assiro tentava di riprendersi militarmente il governo della Bassa Mesopotamia…. Il tempo intanto passava.
Durante il 14° anno di regno su Babilonia per Nabopolassar, mentre Assurbanipal come re d’Assiria era al suo 38° anno di regno, ma come «*Kandalanu fittizio re di Babilonia» era al suo 15° anno, nel secolare anno 632bc, dopo aver fatto alleanza con il re dei Medi, l’allora Ciassare I, figlio di Fraorte, attaccarono Ninive conquistandola, e Ciassare I uccise il re che in quel tempo stava regnando su Ninive per conto di Assurbanipal, un suo figlio, Sin-Šar-iskun. (Vedi «Caduta di Ninive, anno 14°» nel sito di Livius).
L’intento (o desiderio) di Ciassare I figlio di Fraorte, era quello di uccidere «Assurbanipal», in quanto in un precedente attacco (intorno al 666bc) compiuto da suo padre Fraorte, re dei Medi contro Ninive, prese la vita sotto le mura della città e ne voleva vendicare la morte.
Assurbanipal, in quell’occasione, si sottomise (si presentò prigioniero si «fece supplice») a Nabopolassar, per avere salva la vita. Nabopolassar lo terrà in una sorta di arresti domiciliari fino alla sua morte occorsa ragionevolmente durante il 628bc.
La durata del regno assiro di Assurbanipal è illustrata dalla freccia grossa verde.
Dopo la caduta di Ninive del 632bc, essendo il re «titolare» ancora vivente, gli successe al governo dell’Assiria, quindi come un «viceré», un suo figlio, Aššur-uballit. Esso tenterà inutilmente di riprendersi i territori conquistati da Nabopolassar con l’aiuto dei Medi, non riuscendovi neppure con l’aiuto degli egiziani che sotto Faraone NecoII si erano alleati con l’Assiria; regnerà o governerà l’Assira per 3 anni.
Nel 629bc, dopo un decisiva battaglia, il figlio di AssurbanipalAššur-uballitfu definitivamente sconfitto, e solo gli Egiziani, che nel frattempo si erano ritirati a Carchemis restarono potenziali nemici di Nabopolassar e del regno di Babilonia (vedi le frecce grosse, celeste per Uballit e freccia celeste chiara per gli egiziani).
Circa un anno dopo, nel 628bc, muore Assurbanipal, ponendo fine alla su pretesa di regnare su Babilonia come *Kandalanu al suo fittizio 19° anno di regno. Tolomea, probebilmente, «fonderà» nella sua cronologia dei regni registrata nel suo «Almagesto», tutti e due i Kandalanu, ma ignorando però che in Babilonia per un anno non ci fu un re in quella città. Perciò, 19 anni di Assurbanipal più i tre anni di suo figlio, lo portarono a concludere che il «*Kandalanu» avesse regnato per 22 anni.
Piccola conferma dell’omissione dell’anno senza regno, è nella lista dei re di Uruk (compilata in periodo Seleucide) e che al «*Kandalanu» assegna solo 21 anni di regno (nel 646/645bc non ci fu un re su Babilonia).
Tutti questi eventi furono ben noti alla giovane Adda-guppi che forse, almeno dalla conquista di Ninive, ormai diciottenne, era in Babilonia, appunto mentre stava regnando Nabopolassar.
La durata e il tempo di regno per Nabopolassar, nel grafico, è ben definita dalla freccia grossa arancione.
(L'articolo Continua - vedi pagina 2)

Sito Origini LA VERA SCIENZA contro LA TEORIA DELL'EVOLUZIONE

Blog-Giovanni-dAuganno MA DOVE STIAMO ANDANDO? - Ciò che dice la Bibbia!

Paideia PAIDEIA editrice

E.scientifica EVOLUZIONE scientifica

-

XPer offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie policy

Contattaci

Contattaci  per qualsiasi tua richiesta editoriale.

Ti risponderemo il prima possibile!

Collabora con noi             Registrati

Note legali                        Privacy

Cookie policy

Pagine visitate questa settimana

Totale pagine visitate in questa settimana6882

Il tuo carrello

 x 
Carrello vuoto